Pertama bulan

Tra una cosa e l’altra, è già passato un mese. Le cose van migliorando: prima di tutto, ho cambiato casa. Per una differenza di poche centinaia di migliaia di rupie – vi risparmio di aprire yahoofinance, sono banconote da otto euri – ora vivo davanti accanto al lavoro, con aria condizionata, frigorifero, TV, biancheria lavata e stirata e senza alcun roditore =)

Nel mio Kos – dormitorio – alloggiano altri 15 indonesiani, molti dei quali, però, non so nemmeno come si chiamino. Altri, ammetto, si sono presentati ma avevano dei nomi troppo difficili😉 Nei Kos vivono perlopiù lavoratori fuori sede ed è abitudine ben consolidata, purtroppo, chiudersi in camera senza dedicare alcun tempo a conoscere i propri coinquilini. Magari preferiscono il blackberry. L’altra sera però, forse incuriositi dal vedere un europeo ciondolare per casa loro, 3 ragazzi mi hanno avvicinato e mi hanno addirittura invitato a bere una birra con loro, cosa che a queste latitudini può dirsi ben rara.

Come raccontavo infatti, permane la sensazione di sentirsi un animale dello zoo. Questo weekend ben tre gruppi mi han fermato per farsi le foto con me😀

Il salotto del Kos

Ho conosciuto Jeany, una ragazza indonesiana, lo scorso febbraio, quando con un programma di stage AIESEC ho ospitato lei e una buffa ragazza cinese. Non avevo idea che sarei finito proprio in Indonesia, ma è stato un piacere rivederla. Mi ha portato a una mostra di arte macabra e una di aquiloni, e ammetto che qualche minuto è stato dedicato al gossip. Affamato, mi sono poi convinto a provare una conopizza😉

ps non esprimerò giudizi sulla conopizza. Sappiate solo che non mi ha tolto la nostalgia di una pizza italiana =)

Batik è il nome della tecnica tradizionale per tingere i vestiti, consiste nel coprire con uno speciale inchiostro le zone che non si vogliono tinte. E’ caratterizzata dalla presenza di motivi floreali o geometrici. Sia chiaro, sono stati i malesi a copiare gli indonesiani, e non viceversa.

Tuttora le camicie batik sono in voga, non foss’altro che il governo ne fomenta l’uso. Nella mia azienda, per esempio, oltre al casual friday c’è il batik thursday. Io ovviamente partecipo, con la camicia che avete visto nei post precedenti🙂

Nei musei avvegono ancora dimostrazioni della tecnica tradizionale. Grazie ad una collega ho avuto la fortuna di partecipare ad un workshop.. molto divertente anche se devo ammettere che sono un po’ una schiappa quando si tratta di pittura..

Questa voce è stata pubblicata in personal updates. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...